Eliminazione e dismissione multiproprietà in Italia, ovunque sia la tua multiproprietà

marzo 26, 2013

RELAZIONE SULLO STATO DEL MERCATO DELLA MULTIPROPRIETA’

La multiproprietà ha vissuto una notevole notorietà  e appetibilità negli anni compresi fra gli anni 80 e 90.
Si è trattato di un prodotto che veniva venduto con facilità ad una clientela di fascia medio alta ed era appetibile per i seguenti motivi:

  1. Rappresentava un investimento immobiliare.
  2. Rispondeva alle esigenze delle famiglie composte, allora, di 4/5/6 persone.
  3. Rappresentata una alternativa all’acquisto della seconda casa.
  4. La tipologia di clienti era composta prevalentemente dal ceto medio, professionisti o imprenditori con un buon potere di acquisto.
  5. Chi acquistava una multiproprietà intravedeva una moderna opportunità  di fare vacanza in modo vario, flessibile e di ottima qualità perché i residence erano costituiti da complessi turistici di notevoli dimensioni gestiti con la formula “Villaggio Turistico”
  6. I servizi erano di tipo alberghiero, venivano affidati a società di gestione “legate” alle società di vendita, che garantivano, a prezzi calmierati, i servizi di ricevimento, pulizia degli appartamenti, cambio della biancheria, animazione, impianti sportivi, ecc.
  7. Oltre alla buona qualità dei servizi, veniva   garantito un sistema di “Scambi” mediante il quale il Multiproprietario poteva “depositare” le proprie settimane e scegliere una alternativa in oltre 2.000 Villaggi di primissima qualità in ogni parte del mondo.

Cosa è avvenuto dalla metà degli anni 90?

  1. Sono fallite quasi tutte le società Italiane che vendevano Multiproprietà (Olivieri, Porto Laconia, Bagaglino – ValturCasa non è fallita solo per non compromettere il buon nome, ma ha dismesso nel corso degli anni tutte le multiproprietà).
  2. Gli investimenti -anche notevoli- dei malcapitati acquirenti andarono perduti  per cui il prodotto subì un primo durissimo colpo.
  3. Un successivo – ed irreversibile- declino fu dovuto a nuove società che intravvidero la possibilità di vendere multiproprietà estere, situate nelle isole Canarie, Baleari, Santo Domingo, Mar Rosso, kenia ecc. a prezzi che, essendo vendibili per 52 settimane l’anno consentivano profitti notevolissimi.
  4. I guai per i malcapitati clienti emergevano quando constavano che il solo prezzo del volo per raggiungere la destinazione era superiore a quello di “pacchetti” offerti dai Tour Operator, in hotel 4/5 stelle, con formula Hall Inclusive compreso volo, trasferimenti, assistenza, assicurazioni ecc.
  5. Quanto alle gestioni, per la maggior parte sono condotte da aziende il cui obiettivo è trarre profitto dalla conduzione; di conseguenza i costi sono lievitati con l’aumentare del costo della vita.
  6. Infine, è cambiato il modi di fare vacanza. I multiproprietari sono invecchiati e non le usano più, le famiglie di 4-5 persone sono scomparse, i figli viaggiano su internet dove trovano prezzi stracciati in alberghi con prezzi che spesso sono pari alle spese di condominio, viaggiano con voli low cost, acquistano pacchetti super scontati e delle multiproprietà dei genitori non sanno che farsene.

Tale è la situazione che la Multiproprietà ha perso smalto, la maggior parte di chi la possiede vorrebbe disfarsene per non dover più pagare le spese di condominio ma non trovano acquirenti perché il mercato è piatto e nessuno è disposto a comperarle.
Le società che detengono pacchetti consistenti di settimane non riescono ad affittarle, sono costrette a pagare ingenti spese di condominio non trovando acquirenti neppure offrendo le multiproprietà a prezzi di puro costo di gestione.

Come se non bastasse arriva …..

IMPOSTA SUGLI IMMOBILI SITUATI ALL’ESTERO

I titolari di una multiproprietà sia con rogito e sia con certificato d’uso sono tenuti a pagare ogni anno all’Agenzia delle Entrate italiana l’imposta identificata con il codice tributo 4041 (clicca qui per vedere l’allegato in PDF).
In caso di mancato pagamento il multiproprietario può incombere in un accertamento da parte dell’agenzia con le relative sanzioni accessorie.

E se  ….

Non paghi le spese di gestione

Alcuni multiproprietari, titolari di multiproprietà all’estero, sono convinti che per liberarsi del peso della multiproprietà basta non pagare le spese di gestione (ordinare e straordinarie) e in tal modo si viene cancellati per sempre.
Oppure ritengono che dal momento che le società di gestione si trovano all’estero non saranno mai colpiti da azioni di recupero del credito.
Anche su questo l’esperienza dell’associazione italiana multiproprietri può dare un utile contributo.
Infatti abbiamo riscontrato, che nonostante la distanza geografica, alcune società si sono rivolte a studi legali italiani o ad associazioni di servizi come la nosra per il recupero di quanto giustamente preteso. Oggi accanto all’esperienza si è inserita la Legge.
Al riguardo vi segnaliamo che alcune società di gestione stanno già utilizzando il: DECRETO INGIUNTIVO EUROPEO.
Questa prcedura consente alla società di gestione creditrice estera una via molto più rapida ed economica per citare di fronte al giudice il multiproprietario moroso.
Questo comporta che il multiproprietario debitore che riceve un decreto ingiuntivo europeo per il pagamento delle spese di gestione deve rivolgersi ad un avvocato con ulteriore aggravio di spese.
Per comprendere meglio la dinamica di questa procedura abbiamo inserito una sintesi di quanto prevede la Legge al riguardo e nel contempo potrete rivolgervi al nostro numero verde per qualsiasi ulteriore informazione.

CLICCA QUI per leggere la sintesi del decreto

COME FARE PER ELIMINARE LA PROPRIA MULTIPROPRIETA’?

FAI COME LORO CLICCA QUI …. SCRIVICI O CHIAMCI AL NUMERO VERDE 800 77 63 00

 

Posted on marzo 26, 2013 at 18:33

Lascia un commento

Clicca qui per acconsentire al trattamento dei dati inseriti

Compila questa semplice operazione come controllo anti-spam. Grazie.


otto − = 3


Con la compilazione e l'invio del presente modulo di contatto acconsento al tattamento dei dati che verranno utilizzati esclusivamente dall'Associazione Italiana Multiproprietari al solo scopo di comunicazione tra le parti e di eventuale contatto tra i titolari di questa mail ed altri multiproprietari. Tali dati non saranno archiviati ne' in formato elettronico ne' cartaceo. Verra' conservata esclusivamente, se e quando necessario, la mail ricevuta. Il proprietario dei dai inviati puo' richiedere in qualsiasi momento la cancellazione della mail inviata. Consenso esplicto ai sensi del D.Lgs. 196/2033

15 comments

  1. Gentile sig. Pierttrafrancesco,
    La invitiamo a scriverci il suo numero telefonico di contatto per avere la possibilità di darLe maggiori informazioni.
    Cordiali saluti

    Scritto il 07/11/2017 at 12:27
  2. Salve,
    Mio padre è titolare di una multiproprietà da circa 25 anni (con rogito), presso madonna di Campiglio (residence Rio Falzè), desideravo avere maggiori informazioni sulla possibilità di liberarsi della multiproprietà.
    Saluti

    Scritto il 06/11/2017 at 20:10
    Pierfrancesco
    mezzatestap@yahoo.com
  3. Vorrei essere contattato per la dismissione della multiproprietà in cavalese

    Scritto il 11/04/2017 at 15:50
    massimo de simone
    maxdesimone@libero.it
  4. Abbiamo la multiproprietà da 20 anni abbiamo pagato tutte le spese senza mai poterci andare o mandare amici o parenti non si poteva mai fare nulla .Nel 2016 sono arrivate spese di circa duemila euro perché gli altri condomino non pagano.

    Scritto il 15/02/2017 at 06:30
    Monica Carletti,
    Paggettigianni@gimail.com
  5. Può consultare il nostro responsabile commerciale, chiamando il numero verde 800 776 300 (grauito per chi chiama).
    Cordiali saluti

    Scritto il 02/02/2017 at 17:38
  6. Buongiorno Sig. Gianluca,
    è possibile liberarLa dalla sua multiproprietà.
    Le chiediamo per cortesia di mettersi in contatto con il nostro numero verde 800 776 300 (gratuito per chi chiama) dove può parlare direttamente con un nostro consulente per eventuali valutazioni.
    Coprdiali saluti

    Scritto il 21/09/2016 at 16:28
  7. salve
    sono proprietario di una quota nella Residenza Mediterranea a Marina di Zambrone (VV)..la conoscete? credete di riuscire a liberarmi della cosa?

    Scritto il 21/09/2016 at 13:17
    Gianluca
    rorororo87@hotmail.it
  8. gentile signora Grazia,
    come Lei stessa ha potuto verificare dai commenti di altri multiproprietari noi siamo stati in grado di risolvere il rapporto con il grosso peso delle quote condominiali liberalizzando il multiproprietario, quindi ci sono spiragli anche per Lei.
    Siamo in periodo feriale, in ogni caso. in ogni caso La invitiamo a contattare il numero verde 800.776.300 (gratuito per chi chiama) dove troverà un nostro consulente che potrà darLe certe indicazioni per la cessione della sua quota.
    cordiali saluti.
    La direzione

    Scritto il 19/08/2016 at 13:32
  9. salve

    sono proprietaria di 2 settimane nel periodo di pasqua

    in un appartamento a marilleva 1400

    hotel residence solaria

    purtroppo come tanti mi sento incastrata
    da un acquisto in buona fede fatto da mio padre negli anni ’80

    avevo deciso di non pagare più le quote condominiali

    ma mi continuano ad arrivare lettere dell’avvocato della società che le pretende

    ho dato tutta la documentazione ad un mio avvocato

    che ha tentato di cedere alla società l’appartamento ma dopo il loro diniego

    mi ha detto che l’unico modo è pagare a rate le quote pregeresse (ammontano a circa 2mila euro)

    e poi mettere la muliproprietà sul mercato…fitto, scambio etc

    a me non sembra il modo di uscire dalla trappola…anzi…

    voi mi potete consigliare un’altra strada?

    anche alla luce della nuova legislazione, ci sono spiragli?

    grazie mille

    grazia pagetta

    Scritto il 19/07/2016 at 09:05
    grazia
    greispeig@hotmail.com
  10. Gentile sig. Vittorio,
    La invitiamo a contattare il numero verde dell’associazione 800 776 300 (gratuito per chi chiama) per maggiori informazioni.
    Cordiali saluti
    La direzione

    Scritto il 21/12/2015 at 18:41
  11. posseggo una multiproprietà alberghiera a Venezia (Domina Giudecca) la vorrei vendere ad un prezzo molto conveniente.
    Attendo vostre notizie.

    Scritto il 21/12/2015 at 17:20
    VITTORIO GALATRO
    vittorio.galatro@fastwebnet.it
  12. gentile Sig Antonio,
    abbiamo già liberalizzato altri multiproprietari dalle settimane in Marileva., quindi è certamente possibile che possiamo aiutarla.
    Per cortesia ci chiami al numero verde 800 776 300 (gratuito per chi chiama) faremo una valutazione della sua posizione e della sua pratica.
    Cordiali saluti.

    Scritto il 24/06/2015 at 17:16
  13. SONO PROPRIETARIO DI UNA MULTIPROPRIETA’ SITA A MARILLEVA 1400 PRESSO IL RESIDENCE SOLARIA GESTITO DALLA SOCIETA’ ALBARE’. PER DUE SETTIMANE PAGO 603 EURO DI CONDOMINIO. PER FATTORI DI LONTANANZA DI COSTO E DI ETA’ VOGLIO LIBERARMI DELLA SUDDETTA . ESISTE LA POSSIBILITA’ ? DISTINTI SALUTI ANTONIO PRUNEDDU

    Scritto il 24/06/2015 at 16:02
    ANTONIO PRUNEDDU
    antonio.pruneddu@fastwebnet.it
  14. Gentile sig. Gaby,
    certamente siamo in grado di soddisfare la sua richiesta in merito all’eliminazione, per i dettagli , La invitiamo a contattare il nostro numero verde 800 776 300 (gratuito per chi chiama).
    Cordiali saluti.
    La direzione

    Scritto il 26/02/2015 at 11:14
  15. Vorrei eliminare la mia multiprorietà provincia di Foggia, bassa stagione( 23 settimana) posso sapere il costo?
    Grazie

    Scritto il 26/02/2015 at 09:36