Category Archives: Comitato recupero i cieli di Roma

COMUNICAZIONE ASSOMULTI PER CHI NON HA ANCORA ADERITO AL COMITATO E AVESSE PROBLEMI CON I CIELI DI ROMA

marzo 11, 2014

Clicca qui sotto per scaricare la lettera in formato pdf

 

read more
by admin

PRIMA GROSSA VITTORIA DEL COMITATO RECUPERO I CIELI DI ROMA

marzo 11, 2014

Dopo aver chiamato in Tribunale i responsabili dei gravi danni economici che hanno subito i multiproprietari del residence I Cieli di Roma (Rossini, D’Alessio, la gestione del residence e la World Resort Exchange Corporation), il Giudice competente (tribunale di Roma allegato A clicca qui per scaricare il documento in pdf) ha espressamente richiesto agli stessi multiproprietari, aderenti al comitato recupero I Cieli di Roma, di costituirsi nella causa.

Questa decisione convalida il fatto che il Giudice ha accettato che il diritto al risarcimento del capitale investito dai multiproprietari è pienamente fondato e che, per una corretta procedura di restituzione dei soldi che i multiproprietari hanno versato alla società World Resort Exchange Corporation, è necessario che gli stessi siano presenti nel giudizio mediante l’Avv Brugnolo (che è l’avvocato del Comitato) Rinviando la prossima udienza alla data del 18/02/2015.

read more
by admin

CIELI DI ROMA E FEDERCONTRIBUENTI “PREDICANO BENE MA RAZZOLANO MALE”

marzo 16, 2012

A proposito delle cosiddette “rottamazioni” o meglio denominate cessioni a titolo definitivo facciamo un’altra precisazione per far emergere una volta di più il vero stile dei responsabili del Club Residence I Cieli di Roma e la Federcontribuenti.

Il Club Residence I Cieli di Roma sostiene nel suo sito che “le rottamazioni erano e sono delle vere e proprie truffe”.

A giustificazione di questa grave e gratuita affermazione questi signori hanno preso ad esempio una sentenza del Tribunale Civile di Montebelluna divulgata in internet dalla Federcontribuenti.

Riguardo questa sentenza – a giustificazione della tesi della illegalità delle rottamazioni – abbiamo già risposto nella sezione news entrando nella categoria “Residence I Cieli di Roma” del nostro www.assomulti.info con la news dal titolo “ALTRA GROSSA FALSITA’”.

Se rileggerete questa news vi accorgerete in maniera oggettiva e chiara della assoluta estraneità di questa sentenza con la validità della cosiddetta rottamazione.

Questo a riprova dell’assoluta imprecisione al limite della malafede di questi signori.

* * *

Per valutare il comportamento del Club Residence I Cieli di Roma pubblichiamo il caso del Sig. Diamanti Giulio Maria.

Al Sig. Diamanti è stata proposta ed effettuata, dal consulente commerciale del Club Residence  Cieli di Roma, in data 26/10/2011, una semplice e chiara ROTTAMAZIONE (clicca qui per aprire il pdf)

La testimonianza del Sig. Diamanti la potete trovare nella sezione “ I Vostri Commenti” del sito www.assomulti.info scritta dal nostro associato in data 08/03/2012.

A fronte del comportamento tenuto dal Club Residence I Cieli di Roma il Sig. Diamanti ha ritenuto di sporgere denuncia querela (clicca qui per aprire il pdf)

* * *

Per valutare il comportamento della Federcontribuenti abbiamo ricevuto, nella sezione “I vostri commenti” dal Sig. Gazzo Giovanni questo commento:” La Federcontribuenti e nella fattispecie il suo presidente Sig. Paccagnella è titolare di una società di cui è l’amministratore, che in barba al conflitto di interessi, quando si presenta alla Federcontribuenti un multiproprietario lo dirotta verso questa società e gli propone un servizio di CANCELLAZIONE al costo di circa euro 2.800,00. Non mi pare sia un comportamento esemplare”

Questo commento è stato inviato in data 09/03/2012.

Non sappiamo quale sia il nome di questa società ma ve lo dirà sicuramente il Sig. Gazzo.

Sempre a conferma della validità a corrente alternata della cosiddetta rottamazione abbiamo ricevuto da un nostra associato il contratto di rottamazione stipulato in data 29/11/2000 con la società denominata Partner Italia Srl “divisione estinzione diritti di godimento in tempo compartito”.

Oggetto di questo contratto è l’estinzione definitiva del diritto denominato I Cieli di Roma”. Il costo del servizio è di euro 2.870,00. Il rappresentante di questa società era il Sig. Marco Paccagnella attuale presidente della Federcontribuenti Veneto. (clicca qui per aprire il pdf)

* * *

Alla luce di tutto quanto esposto sopra la morale è sempre una quando si parla di questi signori.

Se le cosiddette rottamazioni le fanno loro sono valide, sicure, chiare e legittime. Quando le stesse cosidette rottamazioni le fanno gli altri queste improvvisamente diventano illegali, illegittime e truffaldine.

Noi abbiamo sempre sostenuto la piena validità delle cessioni a titolo definitivo (rottamazioni) se rispettano le forme giuridiche previste dal diritto e non ci siamo mai permessi attacchi personali.

Riteniamo pertanto che ognuno deve svolgere la propria attività in piena coscienza senza arrogarsi il diritto di emettere giudizi interessati che hanno l’unico fine di gettare indebito fango verso l’associazione italiana multiproprietari e forse trarre profitto economico da questi attacchi.

Per noi parlano come sempre i fatti svolti nel corso di questi 10 anni. Confermati da tutti i commenti positivi che potrete verificare nel nostro sito nella sezione “I Vostri Commenti”.

 

Il Presidente

Dott. Davide Favaron

read more
by admin

Servizio Assistenza Querele

marzo 7, 2012

Considerato il crescente numero dei multiproprietari aderenti al Comintato Recupero i Cieli di Roma che hanno fatto e stanno facendo querela per truffa, abbiamo attivato un servizio gratuito di assistenza legale. Tramite questo servizio, una volta aderito al comitato, chi intende promuovere denuncia contro l’associazione di gestione del residence I Cieli di Roma, potrà avvalersi gratuitamente della consulenza e assistenza dei nostri avvocati penalisti.

Entrando nella sezione “I Vostri Commenti” si potrà leggere i commenti di alcuni aderenti al comitato che hanno già usufruito di questo serivzio.

Per saperne di più contattate il numero verde 800 77 63 00


read more
by admin

Risposta all’accordo Federcontribuenti

marzo 7, 2012

Abbiamo appreso che l’associazione Club Residence I Cieli di Roma ha incontrato in data 02/03/2012 i vertici nazionali della Federcontribuenti.

Oggetto della discussione le vicende che stanno accadendo intorno al residence I Cieli di Roma.

Contrariamente a questi Signori, lo stile e la pratica della nostra associazione, si contraddistingue per analizzare fatti e documenti senza alimentare sterili polemiche che creano solo confusione.

Ma si sa che la confusione è la casa naturale di chi non ha validi argomenti per dimostrare le proprie ragioni.

Pertanto a conferma di quanto sopra ci limitiamo a riportare il comportamento oggettivo tenuto dalla associazione Club Residence I Cieli di Roma e dalla Federcontribuenti relativamente al residence I Cieli di Roma affinchè tutti possano trarre liberamente un giudizio sereno ed obbiettivo.

 

I fatti che coinvolgono l’associazione di gestione de I Cieli di Roma sono i seguenti:

 

1. Agli inizi degli anni 2000 la società americana World Resort Exchange Corporation risultava essere proprietaria degli appartamenti all’interno del residence I Cieli di Roma. Appartamenti che verranno suddivisi in quote di diritto turnario per essere venduti in multiproprietà. L’associazione italiana multiproprietari, verificata l’effettiva proprietà dell’immobile, certificava tali vendite che sono state circa 1.000. Nel corso degli anni successivi, fino al 2007, la società proprietaria ha portato a rogito solo poche decine di multiproprietari. Ma la maggioranza dei multiproprietari rimaneva ancora con il rogito da effettuare, nonostante avesse pagato integralmente il prezzo pattuito (valore medio 25.000,00 euro con permuta di altra multiproprietà).

 

2. A fine novembre del 2007 la società proprietaria World Resort Exchange Corporation vendeva con rogito notarile gli appartamenti del residence I Cieli di Roma direttamente ai gestori di fatto della associazione di gestione del residence ossia ai Signori Rossini Francesco e D’Alessio Fabio. Questi Signori provvedevano successivamente a trasferire alcuni appartamenti a loro parenti. Su alcuni di questi appartamenti i Signori Rossini e D’Alessio hanno ritenuto di accendere dei mutui ipotecari (ovviamente a loro esclusivo vantaggio) e su tutti gli appartamenti costituire un Fondo Patrimoniale.

Il Fondo Patrimoniale è un atto giuridico che ha come ultimo fine difendere la proprietà di chi l’ha costituito (non certo di tutti i multiproprietrai “soci” del residence I Cieli di Roma”). Ossia ha il fine ultimo di tutelare gli interessi privati dei Signori Rossini e D’Alessio.

 

3. Dal 2008 al 2011 i gestori della associazione di gestione de I Cieli di Roma hanno proposto ai multiproprietari “soci” (che non avevano ancora fatto il rogito notarile) di modificare il loro diritto di proprietà con un semplice diritto d’uso. Motivazione saliente di questo “consigliato cambio”: gli alti costi per il rogito e le imminenti ed ingentissime spese di gestione ordinarie e straordinarie.

Su questi punti si rileva:

per il rogito non si capisce a quale rogito ci si riferisca visto che la proprietà originaria (ossia la World Resort Exchange Corporation) che aveva venduto ai multiproprietari “soci” aveva ceduto a privati (Rossini e D’Alessio) gli appartamenti ovviamente senza comunicare alcunché ai multiproprietari “soci”. E inoltre era ovvio che i Signori Rossini e D’Alessio (in quanto gestori di fatto del residence non potevano non sapere dell’esistenza dei multiproprieatri in attesa di rogito). Per le spese di gestione ingentissime queste non sono mai state documentate nè effettuate nel corso degli anni. In ogni caso si evidenzia che il titolate di un diritto di proprietà (come erano i multiproprietari “soci”) è ovviamente anche titolare del diritto d’uso relativo.

Ed allora, la domanda è: a chi è giovato questo cambio da diritto di proprietà a certificato d’uso? Risposta:

  • Con tale cambio i Signori Rossini e D’Alessio hanno recuperato le settimane in multiproprietà per andare a completare il trasferimento a loro favore del 2007.
  • A tutti coloro che hanno accettato, per i motivi “indotti e forzati” di cui sopra, a cedere la loro multiproprietà in cambio del certificato (inutile) d’uso gli sono stati richiesti dal venditore (associazione di gestione) circa 7.000,00 euro (valore medio).

Dove sono andati a finire questi soldi?

4. Verso la fine del 2011, quando alcuni multiproprietari “soci” si sono rivolti alla nostra associazione per cercare di capire cosa stava succedendo, ci siamo attivati nel modo seguente:

Abbiamo fatto le visure catastali. Abbiamo verificato chi fosse attualmente il vero proprietario del residence (Signori Rossini e D’Alessio e parenti), abbiamo consultato Avvocati e Notai i quali ci hanno indicato una linea semplice e chiara:

costituzione di un comitato e promozione di azioni civili e penali contro i fatti sopra citati dando la possibilità concreta ai partecipanti al comitato di recuperare i loro investimenti.

Nota Bene.

I rapporti tra l’associazione italiana multiproprietari e la proprietà World Resort Exchange Corporati si sono interrotti nel 2005

 

§  §  §

 

I fatti che coinvolgono la Federcontribuenti sono i seguenti:

1. Nel sito della Federcontribuenti Veneto si può leggere una sintesi storica, fatta dalla Federcontribuenti stessa, relativamente alle vicende che stiamo narrando.

In particolare la Federcontribuenti rilevava che “…nascono però le prime lamentele: sull’utilizzo del proprio spazio nel residence, sulle spese sostenute ogni anno, sul fatto che i clienti scoprono che a fine pagamento dovranno spendere ulteriori soldi per trasformare il proprio diritto di proprietà in un certificato di godimento: altra spesa che va dai 5 ai 7500 euro….” E ancora la Federcontribuenti continua a scrivere che “…nel frattempo l’associazione che gestisce il residence I Cieli di Roma sta contattando i multiprorietari per una permuta ulteriore da multiproprietà a certificato di associazione. Nei contratti proposti manca la partita iva…”.

E la Federcontribuenti conclude: “…ma il caso è seguito da Paccagnella da tempo….chiediamo che la magistratura cominci ad indagare su questa che, a quanto dicono i contribuenti, sembra essere una truffa a danno del consumatore…”

Ma Paccagnella sembra avere anche molti dubbi: “….intanto perché usare una società con sede negli USA. Viene da pensare che in questo modo non si paghino le tasse…”

 

2. Alla luce di questi rilievi fatti dalla Federcontribuenti e dal suo rappresentante Signor Paccagnella viene spontaneo chiedersi: Ma cosa avranno chiarito i Signori Rossini e D’Alessio nella riunione del 02/03/2012?

Le affermazioni sopra citate da parte della Federcontribuenti sono riconducibili a fatti a cui mancano tutti i presupposti documentali (visure catastali, contratti di vendita dei certificati, testimonianze dei multiproprietari “soci”) che però non fanno che aggravare e richiedere puntuali e precise difese da parte degli amministratori di fatto dell’associazione di gestione del residence. Di queste cose, il Signor Paccagnella ha chiesto chiarimenti “documentali” a questi Signori?

E’ pertanto abbiamo un’altra domanda per il Signor Paccagnella: Come ha valutato il comportamento di questi Signori alla luce dei documenti e dei fatti sopra descritti?

Considerato che la Federcontribuenti “…verificata l’infondatezza delle accuse dell’associazione italiana multiproprietari nei confronti del residence, conveniva la comune necessità di intervenire a tutela dei consumatori, con azioni in ogni sede contro l’AIM…”

Ci chiediamo ancora ma esistono dei fatti e dei documenti che capovolgano tutti i principi giuridici e di buona fede contrattuale e che quindi possano esonerare i Signori Rossini e d’Alessio oltre alla World Resort Exchange Corporation dalle loro evidenti responsabilità.

E questi documenti sono stati visionati dal Signor Paccagnella e dai legali della Federcontribuenti?

 

§  §  §

Per concludere.

L’atteggiamento di Federcontribuenti lascia molto perplessi. In questa vicenda dai contorni complessi, dalla necessaria colleganza con principi giuridici e documentali, la posizione che sta assumendo Federcontribuenti è singolare. Essa aderisce pienamente alla difesa debole e priva di riscontri documentali di un soggetto sostanzialmente commerciale (l’associazione di gestione del residence I Cieli di Roma) senza minimamente porsi il problema di approfondire giuridicamente la questione, anzi liquidando in poche generiche righe il lavoro di ricerca giuridica posto in essere dall’associazione italiana multiproprietari e dai suoi avvocati e notai. Le posizioni a questo punto sono molto chiare e in gioco per chi rappresenta questo tipo di associazioni vi è un valore molto alto ossia la buona reputazione a difendere i giusti interessi delle parti più deboli ossia i consumatori. L’associazione italiana multiproprietari in questa vicenda è dalla parte dei singoli consumatori mentre la Federcontribuenti è dall’altra parte.

E’ anche questo è un fatto.

 

 

Il Presidente

dott. Davide Favaron

read more
by admin

E’ POSSIBILE NON PAGARE LE SPESE DI GESTIONE DEI CIELI DI ROMA?

dicembre 11, 2011

SI E’ POSSIBILE

 

SE NON AVETE INTENZIONE DI UTILIZZARE LA MULTIPROPRIETA’ AI CIELI DI ROMA, PER L’ANNO 2012, POTETE NON PAGARE LE SPESE DI GESTIONE 2012.
PER INFORMAZIONI SULLA MODULISTICA PER CHIEDERE IL NON PAGAMENTO CHIAMATE IL NOSTRO NUMERO VERDE 800.77.63.00

read more
by admin

ADESIONE AL COMITATO RECUPERO I CIELI DI ROMA

dicembre 11, 2011

In relazione alle vicende relative al Residence I Cieli di Roma (per gli ultimi aggiornamenti www.assomulti.info entrando nella sezione news), la possibilità di disporre della sua multiproprietà e la certezza di aver bene investito i soldi pagati alla società World Resorts Exchange Corporation, per acquistare la medesima multiproprietà, si stanno rivelando  per Lei sempre più un danno piuttosto che non un vantaggio.
Nei giorni scorsi Le abbiamo spedito una lettera informativa che illustrava in maniera completa quello che abbiamo scoperto sul Residence I Cieli di Roma indicandoLe le iniziative a cui Lei può aderire per recuperare concretamente quello che Lei ha speso per l’acquisto della multiproprietà.
Lei pertanto ha a disposizione due opzioni:

1) Programma Creditizio e adesione al Comitato Recupero I Cieli di Roma

Una volta entrati nel Programma Creditizio Lei può:
– recuperare quanto fino a questo momento ha speso per la sua multiproprietà al residence I Cieli di Roma (permuta compresa).
– entrare nel Comitato Recupero dei Cieli di Roma e partecipare alle cause civili per chiedere la restituzione di quanto è stato da Lei versato:

a) per l’acquisto della multiproprietà;
b) per l’acquisto del certificato d’uso trentennale;
c) per il pagamento delle spese di gestione dal 2007 al 2011 se non ha utilizzato la multiproprietà;

Non dovrà sostenere alcun costo per partecipare alle cause di cui sopra (né a titolo di fondo spese e né a titolo di parcelle dei nostri avvocati).
Su quanto recuperato con queste cause a Lei verrà riconosciuto il 70% mentre il 30% sarà destinato alla copertura dei costi legali e tecnici.

2) Adesione al Comitato Recupero I Cieli di Roma

Entrando nel Comitato parteciperà alle cause civili per chiedere la restituzione di quanto è stato da Lei versato:

a) per l’acquisto della multiproprietà;
b) per l’acquisto del certificato d’uso trentennale;
c) per il pagamento delle spese di gestione dal 2007 al 2011 se non ha utilizzato la multiproprietà;

Su quanto recuperato con queste cause a Lei verrà riconosciuto il 70% mentre il 30% sarà destinato alla copertura dei costi legali e tecnici.

 

Le adesioni al Comitato si chiuderanno al 31/01/2012.
Per ogni ulteriore informazione potete contattare il nostro numero verde 800.77.63.00

Prednisolone 40mg

read more
by admin

Risposta a Francesco Rossini Presidente della gestione del Residence I Cieli di Roma.

dicembre 7, 2011

In riferimento alla “lettera ai soci” inviata dalla gestione del Residence I Cieli di Roma in data 01/12/2011 (cliccate qui per leggere la lettera) appare opportuno e doveroso rispondere nel modo seguente:

La menzione del mio nome e cognome ossia Davide Favaron appare allusiva, fuorviante e non pertinente.
Infatti non c’è nulla di illecito né sconveniente amministrare una società commerciale e presiedere un’associazione di servizi.
Il rapporto che lega l’Associazione Italiana Multiproprietari alla società Master Consulting & Management SL è un rapporto che si basa su una convenzione che offre a chi lo desidera, nella massima libertà e trasparenza, soluzioni concrete e verificabili ai multiproprietari italiani insoddisfatti e stanchi della loro multiproprietà.
Ad ulteriore chiarimento preciso che la società By Me Travel Srl è la società, titolare dell’autorizzazione di agenzia di viaggi e tour operator, che è stata acquisita in ramo d’azienda dalla società Master Consulting & Management SL.
Inoltre non vi è assolutamente “esclusività” nel rapporto tra l’associazione multiproprietari e la società Master Consulting & Management SL.
Infatti esistono altre società che sono state e sono convenzionate con la nostra associazione.
Affondando ancora nell’assoluta imprecisione del Presidente della società di gestione, Sig. Francesco Rossini, devo precisare altresì che non è corretto parlare di “controllore” e “controllato” nel senso che tra l’associazione italiana multiproprietari e la società Master Consulting & Management SL esiste solo un rapporto di mera convenzione.
Nel caso specifico del Residence I Cieli di Roma ho creduto opportuno, ed i fatti mi stanno dando ragione, di seguire direttamente in prima persona la vicenda mettendo a disposizione dei multiproprietari, che sono stati privati delle loro multiproprietà senza alcun avvertimento, tutta l’assistenza possibile anche nelle cause che ci accingiamo a fare contro chi ha leso i loro diritti ed interessi.

Un ulteriore e concreta conferma della qualità del mio operare può essere riscontrata nelle decine di testimonianze che potrete trovare nel nostro sito www.assomulti.info nella sezione “I Vostri commenti”.

* * *

Venendo alle cose più serie e più gravi il restante contenuto della lettera a firma del Sig. Francesco Rossini mi lascia senza parole.

PUNTO PRIMO:

Si apprende che la gestione del residence ha apportato una serie di migliorie tali da: “…garantire e tutelare la comunità dei soci..”.Sembra che il Sig. Francesco Rossini abbia completamente rimosso dalla sua memoria, ma non certo dal suo interesse, che a partire dal novembre 2007 la società World Resorts Exchange Corporation ha ceduto a lui, al Sig. Fabio D’Alessio (suo socio storico) ed a parenti ed affini vari, il Residence I Cieli di Roma senza alcun consenso degli oltre 800 multiproprietari che avevano pagato fior di quattrini per assicurasi una multiproprietà con rogito notarile presso il Residence I Cieli di Roma.Sembra che il Sig. Francesco Rossigni abbia completamente rimosso dalla sua memoria, ma non dal suo interesse, che la società di gestione che presiede abbia fatto sottoscrivere, dopo il 2007, a decine di multiproprietari del Residence I Cieli di Roma dei contratti aventi ad oggetto un diritto (diritto d’uso) che già i multiproprietari già avevano garantendo che con tale trasformazione avrebbero evitato di fare il rogito notarile con la società World Resorts Exchange Corporation.

Tutto questo chiedendo somme che variano tra i 5.000,00 e 8.000,00 euro.

Ma di quale rogito stiamo parlando Sig. Francesco Rossini?

PUNTO SECONDO:

E’ regola elementare nel nostro diritto attenersi al contenuto letterale delle norme anche se queste hanno carattere contrattuale.Orbene in tutti i contratti sottoscritti tra i multiproprietari e la World Resorts Exchange Corporation si legge chiaramente che il proponente chiede di acquistare per sé o per persona da nominare senza bisogno di alcuna autentica di firma né di autorizzazione.Ma poi, autorizzazione di chi ? Sig. Rossini.Forse della World Resort Exchange Corporation che non è più titolare di niente e risulta anche sconosciuta presso la sua sede legale?

* * *

Non è mia abitudine svolgere la mia attività disseminando attacchi personali gratuiti e sgradevoli per nascondere la debolezza del mio pensiero, o peggio, nascondere comportamenti imbarazzanti al limite della legalità.
Constato purtroppo che questo non è lo stile del Sig. Rossini e di chi egli rappresenta.
Nella vicenda del Residence I Cieli di Roma l’associazione italiana multiproprietari agisce citando fatti e documenti di cui si aspetta, ancora, puntuale e precisa risposta.
Il Sig. Rossigni minaccia, o millanta, la pubblicazione di una denuncia querela nei nostri confronti.
Bene una volta ricevuta saremo pronti alla contro denuncia per calunnia e diffamazione.

N.B.

Una ulteriore precisazione per il livello di cultura generale del Sig. Francesco Rossini.
Quando un documento (lettera, comunicazione, atto, ecc.) non è firmato è pacifico far risalire la firma di tale documento alla direzione dell’ente, società, associazione che l’ha prodotto.

read more
by admin

Come recuperare i Vostri soldi

novembre 21, 2011

Alla luce dei contenuti delle NEWS precedentemente pubblicate e dai successivi documenti e verifiche ottenuti, la situazione intorno al Residence I Cieli di Roma è gravissima per gli interessi dei multiproprietari del residence. La necessità di agire in maniera seria e concreta è urgente. Ed ecco perché si è costituito il Comitato recupero I Cieli di Roma.

Questo comitato ha come unico obiettivo quello di promuovere adeguate azioni giuridiche per consentire ai multiproprietari  ed ai titolari dei certificati d’uso di vedersi restituito il denaro fino a questo momento inutilmente speso.

Visure catastali dei primi appartamenti analizzati, le altre in arrivo

Azioni concrete

 

 

read more
by admin